Omaggio a Bacchelli

I versi di Zucchetti per Bacchelli:
l’omaggio di ”L’ultima poesia”
Monza – Antonio Zucchetti ha frequentato da sempre la letteratura, e i poeti. Questi sono i versi scritti pochi anni dopo la morte di Bacchelli: li portò con sé a Milano, a Brera, dove gli amici del bolognese avevano organizzato una serata in ricordo dello scrittore scomparso. Era la fine degli anni Ottanta.

L’ULTIMA POESIA
(omaggio a Riccardo Bacchelli)

Quel mattino d’ottobre mi hai sorpreso
vecchio scrittore cieco, abbandonato
da quanti ti esaltavano in passato
quand’eri sano, forte, ancor famoso.

In quella bianca stanza d’ospedale
ti congedavi piano dalla vita,
e con un fil di voce domandavi
se c’era il sole o era nuvoloso.

Risposi che pioveva, ed un sorriso
fugacemente apparso sul tuo viso,
bisbigliava morendo l’ultima poesia:
”saran felici i contadini, finalmente”.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.