La condizione umana: affrettati lentamente

I piacere effimeri non danno gioia. Il mondo di fisicità nel quale siamo incastrati ci invita a prolungare il più possibile il piacere nell’illusione di renderlo eterno come la gioia. Ma è un mondo di cose effimere. inconsistenti. Inutili. Drogate. il nostro organismo si ammala e intossica di queste microdosi di piacere, alle quali ci si assuefa e per le quali sono richieste sempre somministrazioni. Inoltre, per ogni dispiacere siamo portati alla ricereca del piacere compensatorio e immediato. Nell’illusione, questa ancora più potente, che il piacere è effimero perché non sappiamo prolungarlo. Inganno supremo infernale.

(E.Easwaran)

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.