spazio e tempo

Sono stato nella biblioteca dei miei sogni,
dove lettere mai spedite e mai scritte forse mai neppure lette.

Mi sono sdraiato sul prato della mia memoria fra le achillee e le genziane e la vaniglia,
non c’era l’io di allora e nemmeno quello d’ora.

Ho meditato ieri sera fino al calar della musica,
nessuno mi ha visto.

Per tre volte ho capito che non esisto.
Quando non esisto posso viaggiare nello spazio e nel tempo
più veloce di qualsiasi aspirazione umana.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.