affamati ed assetati

Ti trovi perso nel mezzo del deserto con una fornitura infinita di patatine. Niente acqua. La sola cosa che servirebbe davvero. In queste condizioni, la fine pare inevitabilmente vicina.Lo stesso accadrebbe, probabilmente, se non avessimo altro che acqua.La nostra cultura del consumo non perde occasione per rafforzare in noi la convinzione che essere affamati (penso al famoso “Stay Hungry” di Steve Jobs) ed assetati, sia la sola cosa che conti. Affamati di guadagni maggiori, di acquisti, di risparmi, di spesa. E’ la celebrazione di chi non sa come smettere, di chi merita tutti i premi possibili perché fa girare l’economia. Lo status sociale è definito dalla maggiore insaziabilità.Fame, fame, ma l’insaziabile compulsivo potrebbe pure avere molta sete. Ma non succede. Quando penso alla sete penso al sapere ed al senso delle cose. Il bisogno fi abbeverarsi alla fonte della sapienza ed a quella della bellezza. Ma mi pare proprio che la cultura del consumo non conosca il modo per soddisfare questi bisogni.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.