In quello specchietto ho visto un viaggio.
C’era la fuga dal pozzo nero in cui stavi,
questione di tempo;
ma troppo più lungo del tuo.
Ti radevi la barba con il patibolo nella coda dell’occhio.
Cent’anni sono trascorsi,
ti vedo avanzare con tuo figlio,
mio padre,
sulle spalle.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.