La musica

Incastonato in toni stonati.

Partiture ripetitive,

suonate da chi le ignora.

Fuggo dall’odiosa direzione,

verso un suono di ragtime,

una corda pizzicata,

un fiato un ritmo e un trillo.

A te musico il suono potrà sembrare incerto,

vedo dei dubbi nelle tue smorfie.
Guardati suonare,

più che tu,

sei un favoloso te stesso,

così anch’io posso esserlo.

Voilà le declic.

La musica divide l’odioso dal favoloso.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.